15/apr/2009

Pubblicazione foto di Edoardo Delille

Live @ La Casa 139 - Photo by Edoardo Delille

Per vederle tutte: http://www.flickr.com/photos/interno17

New photos!


Interno 17 Live @ La Casa 139 - nuove foto by Edoardo Delille.

Per vederle tutte: http://www.flickr.com/photos/interno17

26/mar/2009

Monnalisa


Immagine vincitrice del concorso: "scatta una foto su Monnalisa".
Complimenti a Fabiana De Rossi e un grazie di cuore a tutti i partecipanti.

Potrete vedere gli splendidi lavori di Fabiana a questo indirizzo: http://www.flickr.com/photos/geomangio/

05/mar/2009

La Distanza p.te 2

“Tu invece con chi vivi?”
“Con mio marito”
Sbraaaarrrng!!
Avevo appena poggiato la tazza di te sulle labbra, ..rovinato la sua camicetta di lino bianca , ..e il suo trucco.
Il tavolino in mezzo a noi era tutto uno schifo.Mortificato le chiedo scusa ma lei affonda con un “gancio”:
“Beh,è la reazione che di solito anno un tutti”
Io le chiedo: “In che senso?”
“Tutti gli uomini”
E continua: “Ogni volta che esco con un uomo e arrivo al momento in cui dico che sono sposata succede sempre qualcosa del genere”
“Beh,mi vien da pensare,..dipende in che modo ci “esci” con questi uomini”
“Che carino..Ci esco ,ci vado,ci faccio..,insomma..eh?”
E mi fa un sorrisino del tipo “Chéri hai capito??”
Ero a bagno.Eh si che volevo proprio capire il percorso ,..o angusto sentiero che sia..,che una donna fa prima di tradire il proprio marito, e le dico:
“Ma scusa,sempre che la cosa non ti secchi..” Lei mi interrompe e fa: “No no,guarda,tranquillo è già tanto che non ti sei ancora dileguato.”
Allibito penso: (..poveri coglioni..)
Ma dico: “Oddio veramente?”
Lei: “Si,si. Cioè non proprio tutti..”
“Aah beh..”
“Comunque ..dicevo..,da quanto sei sposata?”
“Tre anni”
“Insomma dai, dimmi la verità,sei felice. ..Nel senso, con lui?”
“Felicissima. Penso che lui sia l’uomo della mia vita”
“E vedi altri uomini”
“E “vedo”, altri uomini..” E sul “vedo”dondola un po la testolina rossa.
Mi spiega poi che suo marito è un noto ingeniere aerospaziale , spesso fuori per lavoro, e che lei molte o troppe volte si ritrova tutta sola in quell’enorme casona. Aggiunge pure che non metterebbe mai la mano su fuoco sulla dedizione matrimoniale del suo consorte con un:“…Perché non son scema..”
Nella mia testa :(“Ma guarda guarda..”)

Ridevo... Sorridevo..Non la giudicavo,..ma pensavo..
Ci scambiammo il numero di telefono.La accompagnai al suo treno,mi diede un bacio sulla guancia e mi disse: “Chiamami…”
Nella mia testa : “ Immigrant Song” dei Led Zeppelin.

01/feb/2009

La Distanza

Due persone possono incontrarsi ogni giorno in un posto,vedersi o guardarsi e continuare ad ignorarsi anche per anni. Rimanendo così per sempre “Quello o Quella della Metro”, “Quello del Market” , “Quello sul Treno” o addirittura “Quello del Pianerottolo di Casa” di cui ignori pure il nome.
Questa è distanza,vera distanza?
Comunque,la incontrai per un paio di volte ancora,alchè decisi di arrivare in ritardo tutti i giorni alla metropolitana,e di conseguenza al lavoro (..e così via in tutto fino ad oggi – una cosa questa da cui non ne sono più venuto fuori..-)
Un mattino mentre uscivo di casa provavo ad autoconvincermi di doverla fermare.
Che ne so...: “Ciao,come va?”, “Ciao,anche oggi in ritardo?” “Hey! Stooop”.Il solito imbarazzo da maschio. Non mi importava però della risposta,dovevo oppormi alla passività, all’inedia!
Successe che quella mattina non la vidi,la incontrai però di pomeriggio quando rientrava. Uscimmo praticamente assieme dal vagone,lei andò sulla scala mobile a sinistra e io su quella a destra. A metà strada pensai che stessi barando ancora,non potevo scappare su quella scala,e darmi ancora e ancora del fifone,così mi fermai. D’improvviso cominciai a fare gli scalini a ritroso per rincorrerla,urtando così tutte le persone nel giusto senso di marcia. Per un pò a causa della ressa rimasi fermo,il nastro mi riportava su mentre vedevo lei quasi in cima alla sua. Così decisi per fare l’animale,e iniziai a correre e spingere tutti. Feci gli ultimi tre con un salto mentre la gente mi urlava dietro di tutto..
Quando la raggiunsi le poggiai una mano sulla spalla,lei si voltò paralizzandomi con uno dei suoi sorrisi.
Quasi afono dissi: “Ciao” e dopo un imbarazzante silenzio lei:
“Ciao,dimmi”
Il fiatone mi impediva di parlare ma continuai : “Pensavo,ffff,..che se ti va,si potrebbe andare a prendere ffff un caffè.Si può fare?”
16 parole.Per annullare la distanza,per distruggerla,fregare il destino,la Normalità.16 parole.
Lei rispose: “Mmm,beeh..,si. Ma sai, non oggi,sono tremendamente in ritardo”
Quel “tremendamente”oltre ad essere elegantissimo e profumato mi suonò tremendamente.. sincero.
Già la perdonavo. Capivo. Cameratismo.
Poi pensai, “che rintronato”,non le avevo neanche chiesto il nome,ne lei sapeva il mio,la cosa, un po mi smontava.
Dopo che mi salutò quel giorno passò una settimana prima che la rivedessi.
Successe però.
Lei usciva dalla Metro,era sulle scale che portano in superficie,mi voltai e la vidi.
Appena mi riconobbe allungò il passo e mi salutò:
“Hey!Ciao,come và?”
“Ciao!”
Lei: “Mi sa che tu sei un ritardatario perenne come me..”
Io: “Mbeh..,e mi sa di si,son sempre a correre..” (Pensiero: “..Boia,a correr dietro a te..”)

09/gen/2009

Astroandrea

Caro Massi,
scrivo a te con preghiera di inoltrare a tutti gli Interno17 per:
* ringraziare per la breve citazione del sottoscritto al vostro live del Legend 54 a Milano
* ringraziare per la citazione sull'album: AstroAndrea, orgoglioso di stare vicino ai cani mutanti di Mr. Merda
* ringraziare appunto per l'album che mi avete fatto avere tramite Paolo e che è bello per davvero!!!
* anticipare che ne acquisterò copie per regali natalizi in ritardo, si trova nei negozi o si fa on line?
* fare appunto tanti auguri di buone feste a tutti voi!
Leggo dal vostro sito:
«9 anni di attesa di ricaderci. In quel buco di meteorite. Il tempo che ci mette un raggio di luce ad arrivare su una stella. Di quelle abbastanza lontane.»
Una stella a 9 anni luce di distanza, a esser pignoli, è abbastanza vicina, non lontana, tsk tsk. Ma non importa. Curiosamente, e perdonate il momento Superquark, in queste notti brilla in cielo proprio una stella a circa 9 anni luce di distanza: nientepopodimeno di Sirio, ai piedi di Orione, che poi è la stella che appare come la più luminosa di tutte a occhio nudo!
Sempre per caso, in queste notti Sirio culmina a sud, cioè raggiunge la massima altezza sull'orizzonte a meridione tra il momento in cui sorge a oriente e quello in cui tramonta a occidente, dicevo Sirio culmina a sud attorno alla mezzanotte! Lo fa, più o meno, anche stanotte che è Natale (auguri) e lo farà anche tra il 31 dicembre e il 1 gennaio (auguri).
Un caso curioso, tutto per voi.
Ma al caso chi ci crede? ;-)
Auguri e grazie ancora, Andrea